Stampaggio a caldo

Il processo di stampaggio a caldo

 

Il reparto di stampaggio a caldo annovera 6 presse con una forza di chiusura tra le 150 e 320 tonnellate. In questo modo Fisep è in grado di fornire componenti che variano dalle poche decine di grammi ad 1-2 kilogrammi, garantendo alla propria clientela una vasta gamma di soluzioni.

 

Fisep è dotata di impianti per lo stampaggio a caldo altamente tecnologici, la cui preparazione è affidata a personale qualificato, che svolge la propria mansione con passione e cura dei minimi dettagli al fine di ottimizzare al massimo il processo produttivo, con l’obiettivo di garantire una qualità costante.

 

Ciascuna pressa di stampaggio è dotata di una macchina per la grafitatura e di un forno scalda-billette ad asservimento autonomo. Per i particolari che lo richiedono, Fisep dispone di un reparto di tranciatura nel quale, grazie all’ausilio di stampi trancia dedicati,si eliminano le bave prodotte dallo stampaggio.

 

Fisep dispone inoltre di 2 linee di sabbiatura, una ad acciaio e l’altra ad ottone, al fine di conferire la finitura superficiale richiesta dalle specifiche del cliente e la totale pulizia dei particolari.

Dallo stampaggio

alla finitura:

tecnologia al servizio

del dettaglio